Temple Bar, Dublin The city of Dublin is great. There’s a castle and gorgeous architecture, there are renowned colleges and green spaces, and there are many other things to see and do that go beyond the tired “Irish culture equals pubs” stereotype. The Temple Bar area of Dublin, however, is a prime example of the rampant fleecing of drunken tourists that should be avoided at all costs. This small area caters to visitors competing to see how drunk they can get in “authentic” bars and nightclubs (aka overpriced tourist traps). Avoid it at all costs and seek out a pub literally anywhere else in Dublin for a better experience.
Powell’s City of Books. Cosa mi rimane da dire di Powells? La madre di tutte le librerie e la risposta della West Coast alla libreria Strand di New York occupa un intero isolato della città Portatevi una lista perché i suoi tre piani vi terranno occupati un bel po’. Qui libri usati e nuovi si mescolano, così vi capiterà di entrare in cerca di edizioni economiche e uscire con una prima stampa. La libreria ospita regolarmente incontri con autori in tour, quindi date un occhio al sito per scoprire chi potrebbe esserci quando deciderete di farci un salto. (via Portland: una guida letteraria | No Borders Magazine)

Powell’s City of Books. Cosa mi rimane da dire di Powells? La madre di tutte le librerie e la risposta della West Coast alla libreria Strand di New York occupa un intero isolato della città Portatevi una lista perché i suoi tre piani vi terranno occupati un bel po’. Qui libri usati e nuovi si mescolano, così vi capiterà di entrare in cerca di edizioni economiche e uscire con una prima stampa. La libreria ospita regolarmente incontri con autori in tour, quindi date un occhio al sito per scoprire chi potrebbe esserci quando deciderete di farci un salto. (via Portland: una guida letteraria | No Borders Magazine)

Mi svegliava qualche ora dopo l’odore del caffè. In cucina, Coinquilina Svedese, una ragazza bianchissima con gli occhi e i capelli blu, Coinquilino Svedese, molto alto e visibilmente gay, e Coinquilino Francese stavano facendo colazione. Sullo sportello del frigorifero c’era scritta la mia storia a pennarello: “La mia amica Elisabetta sta dormendo di là, è stata cacciata di casa, rimane da noi per un po’. È finito il latte”. Per un po’ erano diventati giorni.
Le cose, a volte, accadono perché sembra proprio che non potrebbe essere altrimenti. Così arrivò l’occasione: ci proposero una serata in un locale. Come diceva Christopher, “se vuoi una cosa nella vita, allunga la mano e prendila”. Allungammo le nostre mani, e in un solo pomeriggio di prove, partendo dalle canzoni di Eddie Vedder, abbiamo costruito il nostro viaggio nelle Terre Estreme. (via The Magic Bus: uno spettacolo per Chris McCandless | No Borders Magazine)

Le cose, a volte, accadono perché sembra proprio che non potrebbe essere altrimenti. Così arrivò l’occasione: ci proposero una serata in un locale. Come diceva Christopher, “se vuoi una cosa nella vita, allunga la mano e prendila”. Allungammo le nostre mani, e in un solo pomeriggio di prove, partendo dalle canzoni di Eddie Vedder, abbiamo costruito il nostro viaggio nelle Terre Estreme. (via The Magic Bus: uno spettacolo per Chris McCandless | No Borders Magazine)